Ecoazioni



NEWS: La comunità Nazionale dei Contratti di Fiume si è tornata ad incontrare a Milano

pubblicato il 23 October 2015
da: Virna Venerucci
e-mail: v.venerucci@ecoazioni.it

Si è tenuto il 15 ottobre presso EXPO Parco della Biodiversità al Teatro della Terra ed il 16 ottobre 2015 presso La Regione Lombardia il X° incontro del Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume....

La prima giornata si è aperta con 'introduzione del Direttore Generale Ambiente Mario Nova di Regione Lombardia e di Elisabetta Paravicini Presidente ERSAF ai quali ha fatto seguito l'esposizione dei temi congressuali proposti all'attenzione del X Tavolo da parte del Coordinatore del Tavolo Nazionale Massimo Bastiani. Alla successiva Tavola rotonda moderata dalla giornalista di Radio 24 Laura Bettini sono intervenute alcune delle Regioni che hanno aderito alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume ed in particolare il Presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, l'Ass. ai Contratti di Fiume della Regione Abruzzo Dino Pepe, la regione Calabria, in rappresentanza dell'ANCI il Sindaco di Pavia Massimo De Paoli ed in rappresentanza del governo i parlamentari On. Chiara Braga e On.Simonetta Rubinato, l'ing. Carmen Zarra per l'Unità di Missione Italia Sicura, al fine di costruire una visione comune basata su di una buona governance partecipativa per affrontare la gestione del rischio idrogeologico e la tutela del territorio. Ha concluso i lavori l'ON Giovanni La Via Presidente della Commissione ambiente del Parlamento Europeo. Nel corso della giornata è stato assegnato un riconoscimento speciale al regista Pino Tordiglione per il suo film dedicato all'acqua "il Bacio Azzurro" . Ha concluso i lavori la rappresentazione di "The Water Rooms" – progetto realizzato dal Programma UNESCO – WWAP in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: cortometraggi di animazione e monologhi recitati per sensibilizzare il pubblico in merito alla gestione responsabile delle risorse idriche nel contesto di sviluppo sostenibile. Introduzione Michela Miletto UNESCO – WWAP Interpreti dei monologhi: Alessandro Bandini, Caterina Filograno, Claudio Pellerito, Martina Sammarco, allievi della Scuola Luca Ronconi del Piccolo Teatro di Milano. La seconda giornata introdotta dal Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell'Ambiente Carlo Maria Medaglia. e dagli interventi di Viviane Iacone di Regione LOmbardia, Gabriela Scanu Ministero dell'Ambiente e Massimo Bastiani Tavolo Nazionale CdF si è svolta in forma assembleare partecipata. A tal fine sono state organizzate tre sessioni di Lavoro. Sessione 1 Coordinamento: Mario Clerici – Regione Lombardia, Paolo Mancin- Regione Piemonte, Alessio Piacarelli -Aut. Bac. Po – Integrazione e prospettive dei contratti di fiume nelle politiche di pianificazione e programmazione regionale. La maggior parte delle Regioni Italiane ha aderito alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume e in molte di queste siamo già ad una fase di programmazione strategica e/o di attuazione. Diviene ora fondamentale organizzare il collage dei contratti in un contesto di programmazione e pianificazione di area vasta, in cui il ruolo delle Regioni e delle costituende Autorità di Distretto diventa determinante. In questa fase è necessaria l’armonizzazione degli approcci tra regioni e la capacità di rendere operativa una buona governance delle acque e dei territori fluviali attraverso l’incrocio tra strumenti di pianificazione e programmazione, risorse disponibili, comunità locali e settori determinanti. Sessione 2 Coordinamento: Giorgio Zampetti Legambiente, Daniela Luise A21 Italiane, Andrea Sisti – Ordine Nazionale Agronomi e Forestali – I contratti di fiume si confrontano: armonizzazione degli approcci metodologici, concretezza dei risultati e utilizzo delle risorse. Una sempre più ampia diffusione dei contratti di fiume su tutto il territorio nazionale, richiede che essi dialoghino tra di loro confrontandosi su obiettivi, difficoltà e soluzioni, approcci metodologi e risultati concretamente raggiunti. Il documento “definizioni e requisiti qualitativi di base dei contratti di fiume” prodotto dal Tavolo Nazionale con il Ministero dell’Ambiente ed ISPRA, appare una buona base attraverso la quale potersi confrontare e gettare le basi per un osservatorio nazionale. Sessione 3 Coordinamento Paolo Angelini – Ministero dell’Ambiente, Convenzione delle Alpi; Paul Chapman – European Projects Manager - London Borough of Lewisham, Communicator EIP-Water Action Group “Smart River Network” – Governance Partecipativa: una strategia europea per la qualità delle acque e la difesa dal rischio idrogeologico. In tutta Europa la governance partecipativa si sta dimostrando uno strumento estremamente utile per l’attuazione delle Direttive 2000/60/CE e 2007/60/CE. L’art. 14 della Direttiva Acque ha dato un primo riconoscimento al ruolo della partecipazione del pubblico, ma nella prospettiva di una sua revisione, vi potrebbero trovare legittimazione e formalizzazione anche le forme pattizie e gli accordi strutturati a scala di bacino e sub bacino. IL Tavolo Nazionale attraverso il gruppo d’azione europeo EIP-Water Action Group “Smart River Network” intende aggregare forze a scala europea e dare un impulso a questo processo. Nel corso della giornata sono stati assegnati 11 premi della X edizione del Tavolo Nazionale CdF. il Premio curato anche quest'anno da Alta Scuola è stato consegnato dal Presidente Alta Scuola Endro Martini. Hanno infine concluso i lavori i portavoce delle 3 sessioni che hanno sintetizzato il contenuto del lavoro svolto, l'On. Giampiero Giulietti all'epoca della prima edizione del Tavolo Nazionale che si svolse ad Umbertide l'allora Sindaco della città ed il Presidente del Coordinamento A21 Italiane Maurizio Tira.

Scarica l'intervento introduttivo al X° incontro del Tavolo del Coordinatore Massimo Bastiani

Ecoazioni - Tutti i diritti sono riservati